Associazione Geometri Liberi Professionisti della Provincia di Modena

camera di conciliazione

formazione geometri

Consiglio di Disciplina Territoriale di Modena

Notizie in Primo Piano

Linee guida per la classificazione del rischio sismico delle costruzioni nonché le modalità per l’attestazione, da parte di professionisti abilitati, dell’efficacia degli interventi effettuati. Modifiche al DM 58 del 28/02/2017

| Notizie in Primo Piano | No Comments

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti  – Decreto Ministeriale n. 24 del 09/01/2020 Le linee guida per la classificazione del rischio sismico delle costruzioni prevedono le seguenti modifiche: –  per la riduzione del…

TESTO UNICO SULLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO – VERSIONE AGGIORNATA GENNAIO 2020

| Notizie in Primo Piano | No Comments

L’Ispettorato del lavoro ha pubblicato la nuova versione, aggiornata a gennaio 2020, del Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro (D. Lgs 81/2008) L’aggiornamento di gennaio 2020 Le novità dell’ultima…

FORMAZIONE CONTINUA – CONVENZIONE TRA COLLEGIO GEOMETRI E GEOMETRI LAUREATI DI MODENA E BETAFORMAZIONE

| Notizie in Primo Piano | No Comments

BETA FORMAZIONE – COLLEGIO GEOMETRI DI MODENA GUIDA FORMAZIONE CONTINUA ILLIMITATA Mod. 820-B_f.c. Geometri

Formazione

<< Feb 2020 >>
LMMGVSD
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 1

Data / Ora Evento
05/02/2020 - 22/05/2020
9:00 - 13:00
CORSO DI FORMAZIONE DI 120 ORE PER COORDINATORI PER LA SICUREZZA NEI CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI
Collegio Geometri Modena, Modena
06/02/2020 - 24/07/2020
0:00
CORSO DI FORMAZIONE PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA - TCA
Res Reggio Emilia, Reggio Emilia Re
19/02/2020 - 20/05/2020
9:00 - 13:00
CORSO DI AGGIORNAMENTO COORDINATORE PER LA SICUREZZA IN CANTIERE
Collegio Geometri Modena, Modena
25/02/2020
9:30 - 13:30
ECOBONUS - SISMABONUS E CESSIONE DEL CREDITO
Centro Famiglia di Nazareth, Modena
26/02/2020 - 13/05/2020
14:00 - 17:00
PATTO DI SVILUPPO STRATEGICO PER LE IMPRESE DELL'UNIONE DEL SORBARA
Istituto Istruzione Superiore Lazzaro Spallanzani, Castelfranco Emilia Mo
27/02/2020
14:30 - 18:30
APPALTO - INTERESSI E RESPONSABILITA' DELLE PARTI COINVOLTE
Scuola Edile Modena, Modena
28/02/2020
Tutto il giorno
Seminario di formazione “Sistemi di rinforzo e consolidamento con soluzioni alleggerite Leca” con visita tecnica guidata
Dallara Academy, Varano De' Melegari Pr
02/03/2020 - 03/03/2020
9:00 - 13:00
CORSO BASE ESTIMO IMMOBILIARE
Collegio Geometri Modena, Modena
13/03/2020
14:30 - 17:00
VISITA GUIDATA STRUTTURA D'ACCOGLIENZA - SISTEMA COSTRUTTIVO A TELAIO MULTIPIANO
Casa di Fausta, Modena Mo
16/03/2020 - 26/03/2020
Tutto il giorno
CORSO BASE MEDIATORI 50 ORE E CORSO AGGIORNAMENTO MEDIATORI 18 ORE
25/03/2020
Tutto il giorno
CORSO BASE CASACLIMA PER PROGETTISTI
AESS, Modena Mo

Ultime Notizie

Linee guida per la classificazione del rischio sismico delle costruzioni nonché le modalità per l’attestazione, da parte di professionisti abilitati, dell’efficacia degli interventi effettuati. Modifiche al DM 58 del 28/02/2017

By Notizie in Primo Piano | No Comments

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti  – Decreto Ministeriale n. 24 del 09/01/2020

Le linee guida per la classificazione del rischio sismico delle costruzioni prevedono le seguenti modifiche:

–  per la riduzione del rischio sismico il tecnico incaricato della progettazione strutturale, direzione dei lavori delle strutture e del collaudo statico assevera l’efficacia degli interventi;

– il tecnico dovrà asseverare la classe di rischio sismico dell’edificio precedente l’intervento e quella conseguibile a seguito dell’esecuzione dell’intervento progettato che dovrà essere effettuata secondo il modello contenuto nell’allegato B;

– il progetto degli interventi e della relativa efficacia dovrà essere allegato alla Segnalazione di certificata di inizio attività (SCIA) o alla richiesta di permesso di costruire, al momento della presentazione allo sportello unico dell’edilizia (SUE) competente prima dell’inizio dei lavori;

–  il direttore dei lavori ed il collaudatore statico (dove nominato per legge) dovrà controllare la conformità degli interventi eseguiti al progetto depositato, come asseverato dal progettista;

–   al fine dell’ottenimento dei benefici fiscali, dovrà essere consegnata una copia al committente sia dell’asseverazione del progettista sulla classe di rischio dell’edificio precedente l’intervento e quella conseguibile a seguito dell’esecuzione dell’intervento, sia dell’attestazione da parte del direttore dei lavori e del collaudatore statico (dove nominato per legge) sulla conformità degli interventi.

 

Le modifiche introdotte sulla classificazione del rischio sismico riguardano in particolare:

–    il progetto degli interventi per la riduzione del rischio sismico e l’asseverazione devono essere allegati alla segnalazione certificata di inizio attività o alla richiesta di permesso a costruire presso lo sportello unico per l’edilizia;

–    all’interno dell’allegato A cambia la tabella per l’attribuzione della classe di Rischio IS-V in funzione dell’entità dell’indice di sicurezza; viene corretta l’espressione per la valutazione della Pam. Modificato il passaggio di classe di vulnerabilità per le murature in mattoni o pietra lavorata (approccio semplificato) a fronte degli interventi di rafforzamento locale individuati nella tabella 6;

–    all’interno dell’allegato B si riporta la possibilità di usufruire della detrazione fiscale riservata agli interventi di miglioramento sismico anche in caso di demolizione e ricostruzione di un edificio con la stessa volumetria del preesistente purché si tratti di una ristrutturazione edilizia.

 

TESTO UNICO SULLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO – VERSIONE AGGIORNATA GENNAIO 2020

By Notizie in Primo Piano | No Comments

L’Ispettorato del lavoro ha pubblicato la nuova versione, aggiornata a gennaio 2020, del Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro (D. Lgs 81/2008)

L’aggiornamento di gennaio 2020

Le novità dell’ultima versione sono:

  • sono stati inseriti gli interpelli dal n. 4 al 8 del 2019;
  • è stato sostituito il Decreto Direttoriale n. 8 del 25 febbraio 2019 con il Decreto Direttoriale n. 57 del 18 settembre 2019 – elenco dei soggetti abilitati per l’effettuazione delle verifiche periodiche
  • è stato sostituito il Decreto Direttoriale n. 2 del 16 gennaio 2018 con il Decreto Direttoriale n. 58 del 18 settembre 2019 –  elenco dei soggetti abilitati e dei formatori per l’effettuazione dei lavori sotto tensione ;
  • è stata aggiunta la lettera a-bis all’art. 4, comma 1, del Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 22 gennaio 2008, n. 37 (attività di installazione degli impianti all’interno degli edifici);
  • è stato aggiunto l’art. 7-bis al Decreto del Presidente della Repubblica 22 ottobre 2001, n. 462, (dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche).

 

Emergenza Terremoto in Emilia

Termini per la rimozione delle strutture temporanee finanziate sulla Misura 126 del PSR 2007-2013, modalità di controllo e conseguenze sanzionatorie

By Emergenza Terremoto in Emilia | No Comments

Regione Emilia Romagna

Estratto della norma:

Termini per la rimozione delle strutture temporanee finanziate sulla Misura 126 del PSR 2007-2013, modalità di controllo e conseguenze sanzionatorie La comunicazione di fine lavori degli immobili da ripristinare e sostituiti temporaneamente dai ricoveri finanziati dalla Misura 126 del PSR 2007-2013 deve essere effettuata all’Ente competente entro e non oltre il 31 dicembre 2018. La rimozione dei ricoveri temporanei dovrà avvenire entro e non oltre il 30 giugno 2019. Dopo tale data i Servizi Territoriali Agricoltura, caccia e pesca provvederanno ad effettuare i necessari controlli su tutte le aziende beneficiarie di contributi per ricoveri temporanei, a valere sulla predetta Misura 126. La mancata rimozione del ricovero temporaneo accertata in sede di controllo, senza alcun assenso dell’Amministrazione comunale alla permanenza in via definitiva, comporta la revoca e conseguente recupero del contributo erogato sull’acquisto del ricovero temporaneo, con interesse calcolato al tasso legale maggiorato di 4 punti a titolo di sanzione amministrativa con esclusione fino ad anni 5 da ogni agevolazione in materia di agricoltura, ai sensi dell’art. 18 della L.R. n. 15/1997.

Nei casi in cui si accerti la mancata rimozione del ricovero temporaneo, in presenza di autorizzazione dell’Amministrazione comunale competente alla permanenza in via definitiva del ricovero, dovrà applicarsi una riduzione del 50% del contributo erogato a saldo, con recupero delle somme dovute unitamente agli interessi di legge decorrenti dalla erogazione del contributo da parte di AGREA. Qualora la rimozione del ricovero temporaneo debba intervenire prima che siano trascorsi i 5 anni vincolativi previsti dal regolamento comunitario, il ricovero smontato dovrà essere conservato in azienda fino alla completa decorrenza del vincolo stesso.

Rimozione.Hangar-Documento_finale_GPG20171313

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Close