All posts by patrizia

CENSIMENTO IMPIANTI SPORTIVI REGIONE EMILIA ROMAGNA

By Enti locali | No Comments

Coordinamento Nazionale Censimento Impianti Sportivi – CONI SERVIZI s.p.a.

Avviso per la ricerca di rilevatori nell’ambito del censimento impianti sportivi nella Regione Emilia Romagna.

Il progetto di un nuovo censimento nazionale nasce dall’esigenza di fornire un quadro completo attuale delle strutture sportive esistenti. Conoscere il patrimonio impiantistico, leggerlo ed interpretarlo nelle sue dimensioni e dotazioni, diventa fondamentale ai fini di una corretta pianificazione territoriale e di una mirata destinazione degli investimenti disponibili.

Sviluppato e coordinato dal Coni attraverso l’operato di Coni Servizi SpA e con il contributo della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il progetto prevede la rilevazione tramite sopralluoghi fisici di tutte le strutture pubbliche e private di interesse pubblico in sinergia con gli Enti e le Istituzioni di settore operanti sul territorio.

Il profilo ricercato è quello di giovani neodiplomati o neolaureati, possibilmente under 30, residenti nelle province indicate.

Eventuali interessati ed in possesso dei requisiti previsti possono inviare la propria candidatura all’indirizzo  curriculum@coni.it entro il 12 aprile pv.

 

RILEVATORI EMILIA ROMAGNA_lst

APERTURA ISCRIZIONI PREMIO SOSTENIBILITA’ 2019

By Enti locali | No Comments

AESS MODENA

Il Premio, è organizzato dall’Agenzia per l’Energia e lo Sviluppo Sostenibile – Aess e giunge quest’anno alla sua ottava edizione, seleziona e valorizza, a livello nazionale, le buone pratiche del progettare e costruire green. 

Le iscrizioni sono aperte entro il 13 maggio, con consegna degli elaborati entro il 19 giugno 2019. Il Premio è inserito all’interno del Progetto Triennale Edilizia Sostenibile ed è rivolto a liberi professionisti singoli o associati, studi tecnici, studi di architettura o ingegneria, società di ingegneria, ATI, Pubbliche Amministrazioni provenienti da tutto il territorio nazionale.

Al centro della “gara” opere realizzate che seguono i principi costruttivi della bioarchitettura ed efficienza energetica: rispetto e integrazione con l’ambiente naturale, controllo dei consumi di energia, impiego di materiali e tecniche non inquinanti e non nocive per la salute dell’uomo, sostenibilità sociale ed economica, innovazione.

Due le categorie di edifici premiati: edilizia ex-novo ed edilizia ristrutturazioni e/o restauro. Sarà inoltre assegnata una menzione speciale Domotica.

Oltre ai consueti riconoscimenti assegnati dalla giuria tecnica, in collaborazione con la Rivista Azero | Edicom Edizioni in qualità di media partner, verrà attribuito il PREMIO DEL PUBBLICO 2019. La procedura per l’assegnazione del premio secondo il giudizio del pubblico, avverrà attraverso un sondaggio on-line le cui informazioni saranno disponibili sul sito.  

I progetti vincitori saranno presentati e premiati nel corso della Settimana della Bioarchitettura e Sostenibilità 2019 che si terrà dal 18 al 22 novembre a Modena e porrà al centro tutti gli aspetti legati a progettazione sostenibile, risparmio energetico, e riqualificazione green.

Ai progettisti, inoltre, sarà data particolare visibilità attraverso pannelli espositivi ed eventualmente pubblicazioni che raccoglieranno tutti i progetti vincitori e partecipanti.

Tutte le info e il bando sono disponibili da: https://www.settimanabioarchitettura.it/premiosostenibilita/ AESS, via Enrico Caruso 3, Modena – Tel. 059/452512

CS_Premio Sostenibilità 2019

 

Termini per il completamento delle istruttorie per la concessione dei contributi ai sensi delle ordinanze 29, 51, 86/2012

By Legislazione regionale | No Comments

REGIONE EMILIA ROMAGNA

– I Comuni entro e non oltre il 31/10/2019 dovranno terminare le istruttorie delle domande di contributo e pervenire all’emissione dell’ordinanza di concessione o  al rigetto della relativa domanda;

– le richieste di integrazioni dovranno essere presentate entro e non oltre il 30/04/2019 pena la decadenza della domanda di contributo.

Termine per il deposito del primo Stato Avanzamento Lavori

– Il deposito del primo Stato Avanzamento dei Lavori  (sal al 15%) deve avvenire dalla data dell’ordinanza di concessione entro:

*     4 mesi per l’ordinanza n. 29/2012;

*     5 mesi per l’ordinanza n. 51/2012;

*     6 mesi per l’ordinanza n. 86/2012.

Ove il termine sia già, il beneficiario entro il 30 aprile 2019 dovrà caricare nel fascicolo informatico una comunicazione riportante le ragioni del ritardo e indicare il termine entro cui il SAL verrà depositato.

 

Termini per gli interventi relativi alle istanze di contributo segnalate ai sensi delle ordinanze 12 e 24/2018

testo coordinato_ordinanza86_1agosto2016

ordinanza-n-12-del-23-maggio-2018_agenzia

Ordinanza n. 24 del 12 Ottobre 2018_AGENZIA

Ordinanza n. 9 del 2 Aprile 2019 AGENZIA

 

TERMINI ORDINANZA 57/2012

entro il 27 dicembre 2019 per le imprese di tutti i settori, per le quali sia stato concesso il contributo entro il 31 dicembre 2017;

– entro il 31 marzo 2020 per le imprese di tutti i settori, per le quali sia stato concesso il contributo dal 1 gennaio 2018; – entro il 30 aprile 2020 per le persone fisiche, per le quali sia stato concesso il contributo entro il 31 dicembre 2017;

– entro il 29 maggio 2020 per persone fisiche, per le quali sia stato concesso il contributo dal 1 gennaio 2018.

Ordinanza n. 8 del 1 Aprile 2019 D33

 

ORDINANZE n. 5 – n. 6 – n. 7 APRILE 2019 SISMA  2012

Ordinanza n. 5 del 1 Aprile 2019 Autorizzazione alla concessione di agevolazioni nella forma di contributo in conto capitale a favore della ricerca industriale delle imprese

ORDINANZA n. 5 del 1 Aprile 2019 D33

 

Ordinanza n. 6 del 1 Aprile 2019 Approvazione del bando per l’avvio e il consolidamento di start up innovative

ORDINANZA n. 6 del 1 Aprile 2019 D33

 

Ordinanza n. 7 del 1 Aprile 2019 “Semplificazione delle procedure per la delocalizzazione delle attività produttive”,

Ordinanza n. 7 del 1 Aprile 2019 AGENZIA

 

 

  

 

COSTITUZIONE MOVIMENTO GEOMETRIE’

By Senza categoria | No Comments

Caro Collega,

come forse saprai in occasione dell’elezione del nuovo Consiglio del CNG il nostro Collegio è stato tra i promotori di un’iniziativa innovativa, che ha visto la partecipazione di Collegi su tutto il territorio Nazionale.

Ora, con l’elezione del geom. Pietro Lucchesi, nostro candidato a Consigliere Nazionale, con il massimo di preferenze raccolte ( https://www.facebook.com/pietro.lucchesi.735 ) , Ti informo che il gruppo ha dato vita all’associazione movimento Geometrié, perché in questi mesi ha compreso quanto sia importante lavorare ed impegnarsi sugli obbiettivi del programma che ha divulgato lo scorso mese di agosto agli iscritti.

Il movimento mi ha investito dell’onore ed onere di rappresentarlo, ed io ho accolto favorevolmente questa responsabilità, assieme al Consiglio Direttivo del nostro Collegio, con l’impegno di rilanciare la nostra Professione.

A seguire allego la comunicazione ufficiale del movimento che stiamo pubblicando sui social e divulgando ai Consigli Direttivi ed a tutti gli iscritti

COSTITUZIONEUFFICIALE

Per la comunicazione:

https://www.facebook.com/notes/geometri%C3%A8/costituzione-movimento-geometri%C3%A8/329506071244403/

 

Cordiali saluti.

Il Presidente – Geom. Marco Vignali.

Geometriè – Essere Restare 

“Rispettare il passato, esaltare il presente, progettare il futuro”

 

Nuovo Modello per i Contratti di locazione

By Notizie in Primo Piano | No Comments
E’ stato approvato da parte dell’ Agenzia delle Entrate il nuovo modello, e le relative istruzioni, denominato “modello RLI” per la Registrazione dei contratti di Locazione di Immobili.Il modello è composto da:

quadro A – Dati generali, nel quale sono contenuti i dati utili alla registrazione del contratto (quali la tipologia del contratto, la data di stipula e la durata della locazione), la sezione dedicata agli adempimenti successivi (tra i quali proroga,cessione, subentro e risoluzione), i dati del richiedente, la registrazione e la sezione riservata alla presentazione in via telematica

quadro B – Soggetti, in cui sono indicati i dati dei locatori e dei conduttori

quadro C – Dati degli immobili, riguardante i dati degli immobili principali e delle relative pertinenze

quadro D – Locazione ad uso abitativo e opzione/revoca cedolare secca, contenente le informazioni relative al regime della cedolare secca

quadro E – Locazione con canoni differenti per una o più annualità, in cui possono essere indicati i diversi canoni di locazione pattuiti nel contratto per le successive annualità.

Il modello RLI è utilizzato per:

  • richiedere la registrazione dei contratti di locazione e affitto di beni immobili
  • richiedere eventuali proroghe, cessioni, subentri e risoluzioni con il calcolo delle relative imposte e di eventuali interessi e sanzioni
  • l’esercizio dell’opzione o della revoca della cedolare secca per i contratti aventi ad oggetto unità immobiliari commerciali di categoria catastale C/1 e relative pertinenze (art. 1, comma 59, della legge n. 145/2018)
  • la comunicazione dei dati catastali ai sensi dell’art. 19, comma 15, del dl n. 78/2010
  • la registrazione dei contratti di affitto dei terreni e degli annessi “titoli PAC”
  • la registrazione dei contratti di locazione con previsione di canoni differenti per le diverse annualità
  • la registrazione dei contratti di locazione a tempo indeterminato
  • il ravvedimento operoso.

Il modello deve essere presentato unicamente in modalità telematica, direttamente o per il tramite dei soggetti indicati nell’art. 15 del decreto direttoriale del 31 luglio 1998. La presentazione telematica del modello può essere effettuata anche presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate da parte dei soggetti non obbligati alla registrazione telematica dei contratti di locazione.

Cedolare secca per immobili residenziali e commerciali

Nella sezione D del Modulo è possibile richiedere l’applicazione della cedolare secca, qualora si avessero i requisiti.

Si ricorda che a partire dal 2011, l’art. 3 del dlgs 23/2011, ha introdotto il nuovo regime facoltativo della cedolare secca, alternativo a quello ordinario, di tassazione dei redditi derivanti dalla locazione per finalità abitative degli immobili ad uso abitativo e delle relative pertinenze.

Il locatore grazie al modulo può revocare l’opzione in ciascuna annualità contrattuale successiva a quella in cui è stata esercitata l’opzione entro il termine previsto per il pagamento dell’imposta di registro relativa all’annualità di riferimento.

La revoca comporta il pagamento dell’imposta di registro dovuta per detta annualità di riferimento e per le successive.

La possibilità di utilizzare tale regime con la legge di Bilancio 2019 è stata estesa agli immobili commerciali categoria C1.

provvedimento+RLI+3.0

RLI_istr

RLI_mod

Bando Regione Emilia Romagna a sostegno dei liberi professionisti

By Notizie in Primo Piano | No Comments

REGIONE EMILIA ROMAGNA

La Regione Emilia Romagna ha indetto un bando di 1milione di euro per la digitalizzazione e informatizzazione degli studi professionali, con un finanziamento a fondo perduto fino al 45% degli investimenti. I dettagli sono disponibili a questo link: https://www.regione.emilia-romagna.it/notizie/attualita/nuovo-bando-regiona le-per-i-professionisti-dellemilia-romagna-un-milione-di-euro-dai-fondi-euro pei-per-linnovazione-tecnologica

Bando per l’innovazione delle attività libero professionali, aperto dal 9 aprile al 30 maggio 2019 salvo chiusura anticipata al raggiungimento di 100 domande.

Possono partecipare sia i liberi professionisti iscritti a ordini o collegi professionali, sia quelli non iscritti ad alcun ordine, titolari di partita Iva, in forma singola o associata, e i lavoratori autonomi iscritti alla gestione separata Inps.

Gli interventi finanziabili riguardano l’innovazione tecnologica, il riposizionamento strategico dell’attività, il miglioramento dell’organizzazione con servizi digitali e nel caso di forme aggregate la promozione di azioni di marketing e di internazionalizzazione.

REGIONE EMILIA ROMAGNA – Apertura Sportelli per il Lavoro Autonomo

By Notizie in Primo Piano | No Comments

La Regione Emilia-Romagna, la Confederazione Italiana Libere Professioni ed il Comitato Unitario Professioni dell’Emilia-Romagna hanno sottoscritto un Protocollo d’intesa per una prima sperimentazione di servizi di supporto al lavoro autonomo in Emilia-Romagna.

A siglare l’accordo sono stati il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, la Presidente di Confprofessioni, Maria Pungetti, ed il Presidente del CUP dell’Emilia-Romagna, Alberto Talamo. L’intesa riguarda anche l’Agenzia regionale Lavoro.

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Close